BENVENUTI!!!

Benvenuti, oggi iniziamo una nuova esperienza che ci vedrà impegnati al vostro fianco nelle piccole e/o grandi problematiche quotidiane...

martedì 17 settembre 2013

AVVIO ANNO SCOLASTICO: I SOLITI DISSERVIZI!!!


                                                

Chi si aspettava un inizio di anno scolastico senza grossi problemi circa lo stato di efficienza e manutenzione delle scuole nel comune capoluogo sarà rimasto deluso almeno stante le denunce che pervengono all’ADOC in  queste ore. Segnalazioni ci giungono sia in ordine al decoro degli edifici scolastici ( vedasi la Montessori, Livio Tempesta, Leonardo da Vinci ecc.) sia per quanto riguarda la sicurezza e l’igiene degli stessi oltre all’organizzazione. La foto scattata in questi giorni parla di una situazione ferma allo scorso anno con relative problematiche. Nello specifico, nonostante sia stato propagandato un sopralluogo del Sindaco e di alcuni assessori nelle varie strutture scolastiche al fine di programmare gli interventi dovuti, prima dell’avvio dell’anno scolastico, i cittadini hanno riscontrato la pulizia di spazi destinati a verde negli edifici scolastici solo in concomitanza con il giorno di apertura delle scuole ( vedi scuola infanzia quartiere La rosa ) zone perimetrali sporche ed insicure con cancelli arrugginiti e marciapiedi sporchi e  dissestati, una vera trappola per alunni e genitori. Che dire poi della segnaletica stradale ormai inesistente in varie parti della città proprio a ridosso degli edifici scolastici. Vi sono poi  situazioni che hanno dell’incredibile visto quanto si sta verificando nell’edificio di Via Vittorio Veneto denominato “Cervellati” che ospita sia la scuola dell’infanzia comunale che le classi della scuola di pari grado, statale. Nello specifico viene segnalato il posizionamento nell’atrio del plesso di transenne sporche al fine di separare, non si sa per quale motivo, gli spazi delle due scuole, inoltre da giorni viene lamentata la carenza di sedie ed appendiabiti all’interno delle classi. Il risultato di questi disservizi è che i genitori sono costretti a riportare indietro nelle proprie abitazioni gli indumenti dei propri figli e i poveri bambini vista la carenza di sedie sono costretti ad  una turnazione per stare seduti, una soluzione alternativa: lo stare distesi per terra. Ci chiediamo è normale tutto questo? E’ questa la programmazione tanto decantata? Invitiamo gli assessorati competenti ed il sindaco a prendere visione della situazione per disporre quanto prima gli opportuni interventi onde evitare che ai problemi già noti che gravano sulle famiglie come ad esempio  il mancato avvio del servizio mensa scolastica, su cui avremo modo di esprimerci a breve, si aggiungano altri disservizi.    

1 commento:

  1. roberto alighieri18 settembre 2013 17:07

    La scuola europea (materna) è allocata in via dei mille in attesa di trasferirsi presso la Salvemini (2 settimane?) ma non potevano fare tutto prima?

    RispondiElimina